Indietro

"Sui lavori a Bulera vogliamo garanzie totali"

Così il primo cittadino Marco Buselli, che riferendosi all'ultima conferenza dei servizi sulla discarica ha assicurato che "non c'è stata unanimità"

VOLTERRA — La discarica del Bulera continua a far discutere, a cominciare da quanto emerso nell'ultima conferenza dei servizi e sui lavori che Scl dovrà sostenere per la salvaguardia dei pozzi e della falda acquifera, al fine di riattivare l'impianto.

"Non c'è stata alcuna unanimità all'ultima conferenza dei servizi sulla questione Bulera - ha assicurato il sindaco Marco Buselli -. L'intervento economico finanziario da 400mila euro che Scl dovrà sostenere è conseguenza delle osservazioni del Comune di Volterra". 

C'è stato comunque un via libera ai lavori che preoccupa i cittadini che non vogliono la discarica di nuovo in funzione. "Di buono - ha detto in merito Buselli - c'è che abbiamo concordato fra tutti la necessità che queste risorse, come del resto lo studio, vengano presidiate direttamente dal soggetto pubblico, ossia il gestore idrico Asa. A riprova che non c'è stata unanimità e che non consideriamo sufficienti le garanzie dovute che abbiamo comunque ottenuto, c'è il parere espresso in sede di conferenza dei servizi durante la quale ho affermato che a parer mio non è autorizzabile un progetto se non si ha una completa garanzia a 360 gradi, per cui non ci possiamo esprimere in questa sede sulla consistenza economica dell'intervento che si prevede di effettuare per la messa in sicurezza della difesa idraulica, non sapendo se lo stesso possa essere esaustivo". 

"In parole povere - ha concluso il primo cittadino - , ci auguriamo che bastino per riparare la falla nel setto bentonitico, ma se non dovessero bastare, intanto hanno fatto partire la discarica, mentre il problema della difesa del campo pozzi resta. Si dovrebbe invece, prima di un'autorizzazione cui comunque siamo contrari, avere complete garanzie".


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it