Indietro

Sondaggi cittadini per la lista di Moschi

Uniti per Volterra e i 'Tubi civici', ovvero contenitori per la raccolta dei questionari proposti a tutti i cittadini. Critiche da 'Per Volterra'

VOLTERRA — "Cosa vogliono i volterrani?" è questa la domanda principale che la lista civica di Paolo Moschi, ex assessore, rivolge ai cittadini: "Sono arrivati in questi giorni i "tubi civici" - ha spiegato Moschi - ovvero i contenitori per la raccolta dei questionari che la Lista Civica propone a tutti i cittadini del Comune".

"Quali sono i principali problemi di Volterra e del suo territorio? Quali soluzioni proponi? Cosa invece va bene o può esser migliorato?Abbiamo bisogno di sapere le opinioni dei cittadini, perché una Lista Civica vive solo se aderente alla cittadinanza. Noi vogliamo scrivere il prossimo programma elettorale insieme ai cittadini del Comune di Volterra, in un'ottica di democrazia partecipativa".

"Metteremo i punti principali che emergeranno a disposizione anche di forze che si vorranno alleare, con l'obbiettivo di una alleanza programmatica finalizzata alla realizzazione di alcune priorità.Non può esistere civismo senza pragmatismo. E noi siamo interessati a portare fatti e concretezze a Volterra, che tanto ne ha bisogno. Chiediamo pertanto l'aiuto di tutti, perchè la Lista civica è di tutti, un progetto aperto e disponibile, fuori dalle ideologie, e alla portata di tutti".

Su questo tipo di sondaggi la lista civica Per Volterra, di cui fanno parte il sindaco Marco Buselli, il vice Riccardo Fedeli e l'assessore Gianni Baruffa ha commentato: "A distanza di pochi mesi dal voto, upv riscopre la "democrazia partecipativa". Uno strumento che da nove anni a questa parte l'amministrazione ha sempre coltivato. C'è da dire che i tubi anonimi non c'entrano nulla colla democrazia partecipativa, che e' una questione ben più seria e non episodica". 

"Negli incontri pubblici tematici che l'amministrazione continua a fare (gli ultimi su patrimonio culturale e sulle opportunità legate al riconoscimento Unesco) - ha risposto la lista di maggioranza - c'è stata la partecipazione di comuni cittadini e di addetti ai lavori, ma anche di enti e istituzioni della città. L'assessore Fidi ha addirittura colmato una lacuna partecipativa ereditata dal suo predecessore, organizzando un incontro pubblico sul recupero dello sperone in Piazza Martiri. Questa la linea ed il solco su cui continueremo a muoverci, con incontri tematici come quelli già annunciati durante la presentazione del movimento civico".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it