Indietro

Enrico Letta per Fare Volterra

L'ex primo ministro del consiglio, durante l'incontro volterrano, ha ribadito il suo appoggio al candidato sindaco Giacomo Santi

VOLTERRA — Molti i partecipanti che hanno assistito all'incontro pubblico dal titolo “Volterra nazionale/Volterra internazionale” per la lista #fareVolterra che, giovedì 2 maggio, ha avuto come ospite d’onore della serata Enrico Letta, ex presidente del Consiglio.

Al centro del dibattito, che ha visto protagonisti il candidato sindaco Giacomo Santi e l'ex primo ministro, la necessità che Volterra recuperi le relazioni con il territorio e con le istituzioni nazionali e internazionali che negli ultimi 10 anni si sono interrotti a causa di politiche isolazionistiche adottate dall'attuale amministrazione: “Noi siamo fermi e chi si muove, di certo non sta ad aspettare noi!” afferma Santi, che ha ricordato che “Insieme si può”, concetto che è diventato il mantra della campagna elettorale.

L'intervento di Enrico Letta ha ripercorso i cambiamenti che negli ultimi 50 anni hanno caratterizzato il mondo e ha evidenziato come l’Italia degli anni Sessanta fosse “un grande paese in un mondo piccolo” e, successivamente, con il progresso e lo sviluppo di paesi come Cina, India e Sudamerica, ha portato le nazioni europee ad essere “paesi piccoli in un mondo troppo grande”. Per questo l’importanza dell’Europa e dell'integrazione rende necessario che i paesi con la stessa storia, cultura e stile di vita, collaborino, affinché possano mantenere la loro identità e restare competitivi nello scenario internazionale. 

Letta, inoltre, scorge infinite possibilità per Volterra e, rispondendo alla domanda posta dal candidato sindaco su quali siano gli strumenti per riuscire a portare Volterra e la sua storia fuori dalle sue mura, consiglia di vedere gli esempi positivi di chi è riuscito a valorizzare il territorio, circondandosi di professionalità giuste e strutturando i progetti mirati. Le carte da giocare per valorizzare Volterra sono da spendere con l’Unesco e con la stessa Unione Europea. 

"L’importante - continua l'ex premier - è saper cogliere le occasioni che questo “grande” mondo ci offre e per farlo è necessario essere internazionali. Volterra ha, infatti, tutte le caratteristiche per concorrere tra le eccellenze del mondo tra cui la storia, la cultura, l’ambiente e lo stile di vita" e, ribadendo la bellezza e le potenzialità della città, ha dichiarato: “Se Giacomo Santi diventa sindaco, mi candido ufficialmente a diventare ambasciatore di Volterra nel mondo!”.

All’evento sono intervenuti Sandro Cerri, sindaco di Montecatini, che ha ribadito la necessità che Volterra, ritorni ad assumere un ruolo guida nell’Unione dei Comuni e i candidati della lista #fareVolterra Fabrizio Fabbri, Manuel Impellizzeri, Lorenzo Lazzerini ed Eleonora Salvini.

Fotogallery

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it