Indietro

"La tassa di soggiorno per tappare le buche"

L'assessore al turismo Gianni Baruffa

L'assessore al turismo Baruffa, punzecchiato da Confcommercio, torna a spiegare su come il Comune intende impiegare gli introiti della nuova imposta

VOLTERRA — "Gli introiti generati dalla tassa di soggiorno non andranno a ripianare buchi di bilancio - ha ribadito oggi Gianni Baruffa, assessore al turismo -, ma caso mai, consentitemi il gioco di parole, a ripianare qualche buca stradale". 

L'ennesimo intervento dell'assessore sulla nuova imposta, introdotta dal primo marzo al termine di lunghe discussioni e polemiche, nasce da alcune critiche arrivate da Federico Pieragnoli, direttore di Confcommercio Pisa, che poco ha gradito anche i sopralluoghi fatti in questi giorni da Baruffa nelle attività ricettive.

"Il recarmi in strutture ricettive - ha così argomentato l'assessore - certo non voleva essere un bypassare l’associazione di cui nutro rispetto e spirito di collaborazione, ma un rendermi conto di persona di ciò che accade. Con Confcommercio abbiamo lavorato molto in questi anni non ultimo sulla vicenda del suolo pubblico dei mercatali che, grazie alla loro segnalazione e all’impegno del mio assessorato, è stato risolto in poche settimane. Certo è, che l'interesse maggiore per noi è il feedback dei turisti. Non ho mai detto che associazioni di categoria e alcune strutture siano a favore o siano diventate favorevoli all'introduzione della tassa. Per quanto riguarda la viabilità proprio Confcommercio un anno e mezzo fa circa propose al sottoscritto di iniziare un percorso sulla strada bianca del Palagione. Non mi sono tirato indietro, ho fatto incontri con l'associazione e le strutture interessate dalla strada". 

"Come Comune - ha proseguito Baruffa - abbiamo partecipato anche ad un bando regionale che purtroppo non ci ha visto vincitori. Adesso stiamo lavorando anche alle risorse del Gal Etruria oltre ad avere acceso un mutuo che a breve permetterà di iniziare qualche lavoro sulle strade. Conosciamo bene la situazione sulla viabilità primaria e secondaria del nostro territorio. Quello che possiamo fare è intervenire sulle strade appena ci saranno disponibilità economiche. Se non avessimo messo la tassa di soggiorno oggi saremmo ad una fase di stallo dovuta alle poche risorse disponibili. Così, abbiamo la possibilità di intervenire facendo nuovi investimenti, e iniziare un percorso finalizzato alla manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade bianche. I proventi della tassa saranno destinati all’accoglienza, promozione e decoro. L'ho detto in incontri ufficiali con le associazioni di categoria e ribadito in ogni sede istituzionale e pubblica".

Quindi l'assessore Baruffa conclude con un appello: "Chiedo ancora una volta a Confcommercio di iniziare una battaglia e supportare i Comuni al fine diminuire gli oneri legati alla tassa e snellire le procedure. Cerchiamo di fare squadra nonostante si parta da idee divergenti sulla questione, visto che la collaborazione tra noi è sempre stata chiara e leale. Vigilate su come verranno gestite le entrate e le uscite derivate dalla tassa di soggiorno. Solo allora potrete valutare se quanto detto erano chiacchiere oppure il frutto di una programmazione politico amministrativa".


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it