Indietro

Il video di Anna e Samuele conquista il premio Dei

Il concorso, rivolto agli studenti dell'istituto Carducci, alla sua 18esima edizione aveva come tema "Un anno della mia vita dedicato a..."

VOLTERRA — Il premio “Chiara Dei 2017” all’Istituto “G. Carducci” di Volterra

Un anno della mia vita dedicato a….””

Un anno della mia vita dedicato a… Questo il tema del premio Chiara Dei 2017, giunto al 18esimo anno, proposto come ogni anno agli studenti delle classi terze degli indirizzi liceali dell’Iis Carducci di Volterra. La cerimonia di premiazione è avvenuta sabato scorso nell'aula magna dell'istituto, con la partecipazione di un folto pubblico di studenti, personale della scuola, amici e autorità. Sono intervenuti in particolare il sindaco Marco Buselli, il rappresentante della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra Massimo Carlesi, rappresentanti di associazioni ed enti coinvolti negli anni in questa iniziativa che ha come obiettivo la sensibilizzazione dei giovani alla solidarietà, all'apertura verso l’altro e al volontariato.

Il tema dell’anno trascorso ha stimolato nei giovani la riflessione sull'importanza di uscire da se stessi e guardare all'altro per scoprire culture e valori insieme a bisogni e richieste di aiuto. Gli elaborati prodotti sono stati profondi e significativi. Il premio, per giudizio unanime della commissione di valutazione, è andato al video creato da Anna Lisi e Samuele Guglielmi dell’attuale IV B del liceo scientifico per l'impegno, l'inventiva e l'immediatezza del messaggio di solidarietà che riesce a trasmettere in modo semplice, ma incisivo … l’originalità e la particolarità con cui il messaggio è stato realizzato.

Nel video, tecnicamente realizzato da Samuele, l’abile mano di Anna traccia i disegni di una storia da loro creata e raccontata da una voce fuori campo: nella vicenda volgere lo sguardo verso gli altri e l’esperienza del volontariato dà nuovo senso ad una vita che sta perdendo fiducia in se stessa. A loro è andato l’assegno di 800 euro, dei quali 300 saranno destinati dalla loro classe per un fine umanitario, così come previsto dal bando del concorso. 

Una menzione particolare ha avuto il racconto di Giovanna Orlandini, dell’attuale IV liceo classico, per l'indiscutibile valore letterario, un testo che, come ha sottolineato Carlesi nel suo intervento, fa della giovane ragazza una vera e propria scrittrice.

Sono stati animatori dell’incontro Luca Orsoni, coordinatore del Servizio Civile della Toscana, e i giovani, tutti ex studenti del “Carducci”, Nicola e Lorenzo che hanno fatto l’esperienza del Servizio Civile, Giada e Viola che oltre al Servizio Civile hanno dedicato un anno della loro vita all’Anno del Volontariato Sociale, proposto dalla Caritas. I loro interventi, molto intensi e scaturiti dal cuore, hanno messo in luce quanto aprirsi all’altro possa cambiare la vita. “La vita può seguire due direzioni” ha detto Luca Orsoni , quella forse più semplice che significa seguire la massa, intenti a soddisfare i propri bisogni senza guardarsi intorno, e quella che durante il cammino ci fa fermare, guardare e ascoltare chi è fermo per via: ognuno può scegliere, importante è che la scelta sia consapevole. Luca ha parlato della sua esperienza e della sua scelta di vita; ognuno dei giovani sopra citati ha raccontato la propria esperienza dell’incontro con l’altro, mettendo in evidenza ciò che questo incontro ha dato alla propria vita. Una riflessione ha unito tutti: aprirsi al volontariato è un modo per conoscere più profondamente se stessi, scoprendo bisogni e potenzialità rimasti finora inespressi.

Il sindaco Marco Buselli e il dottor Carlesi nei loro interventi, oltre ad esprimere il loro profondo apprezzamento per i lavori degli studenti, hanno sottolineato il valore degli studi umanistici che sono fondamentali per accompagnare ed indirizzare lo sviluppo tecnologico. La professoressa Savelli, vicaria del Dirigente Scolastico, ha ripreso e sottolineato questa riflessione ed ha comunicato il tema del concorso per l’anno 2017-18, individuata dalla Commissione: Emarginazione: chi, dove, perché….

Il dirigente scolastico Luca Guerranti, assente a causa di impegni di servizio, ringrazia le autorità che sono intervenute e tutti coloro che hanno partecipato all’evento, in particolare gli animatori Luca Orsoni e i giovani del Servizio Civile. Rivolge un ringraziamento particolare alla Fondazione CRV di Volterra, che fin dall’inizio ha dato il suo indispensabile contributo al Premio e nel tempo lo ha incrementato, incoraggiando così gli studenti nel loro impegno e nella loro ricerca creativa. Ringrazia le Associazioni di volontariato che sono intervenute a questo evento e tutte quelle che fin dal 2001 hanno partecipato alla cerimonia di consegna del premio, presentando agli studenti la loro esperienza. Ringrazia infine gli amici di Chiara e le loro famiglie che hanno promosso e continuano a sostenere l’iniziativa.


Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it