Indietro

"A Sasso Pisano serve un salto di qualità"

Il circolo locale del Pd, nell'augurare ai cittadini un felice 2018, offre alcuni spunti di riflessione per migliorare la vivibilità del paese

MONTECATINI V.C. — Sasso Pisano, un paese con pochi abitanti ma con grandi potenzialità. Lo sostengono i responsabili del locale circolo del Partito Democratico, che guardano al 2017 con occhio critico e al 2018 con spirito propositivo.

"Abbiamo attività commerciali di buon livello - scrivono -, associazioni di volontariato sociale e culturale, turistiche, sportive che svolgono con impegno la loro missione. Abbiamo un sito Sacro Termale con relativo museo, il percorso delle fumarole promosso tra i cinquanta siti più importanti del mondo da visitare, una piscina riscaldata geotermica, un centro storico di ottimo pregio.

Di contro abbiamo un arredo urbano che versa in stato di abbandono, il verde e la pulizia ordinaria trascurata, l’illuminazione pubblica con molti punti luce che non funzionano da più di un anno. La mancanza di controlli sia nelle soste selvagge ma anche nelle varie auto abbandonate qua e là dando l’impressione di discariche, intorno ai cassonetti il deposito di materiale spesso è collocato al di fuori di essi. Inoltre che fine ha fatto lo sbandierato museo delle arti e dei mestieri? Ha forse preso la strada di Lajatico? Bocelli docet…, un opportunità mancata per un progetto costruito con il contributo di chi credeva e amava questa comunità.

Quale ruolo svolge in questo scenario il potere istituzionale cioè l’Amministrazione Comunale? Ha da gestire le notevoli risorse della geotermia che derivano in maniera rilevante dalla valle del Cornia.

Ci permettiamo di avanzare molte perplessità sull’utilizzo di questi soldi. A nostro parere valorizzando meglio ciò che abbiamo potremmo avere delle ricadute importanti sul piano economico ed occupazionale.

  • Occorre un progetto mirato di sviluppo complessivo della risorsa turistica.
  • Creazione di un pacchetto turistico: sito archeologico, fumarole, borgo La Leccia Madonna del Libro, filiera del cibo e prodotti tipici.
  • Risposta alberghiera, associare i possessori di appartamenti,camere, agriturismi, con possibilità di turismo di gruppo.
  • Copertura del laghetto termale per un uso non limitato solo ai mesi estivi, potenziando anche, con interventi di Enel, la rete vapore non idoneo, diminuendo così i costi di gestione anche del teleriscaldamento che potrebbe essere utilizzato tutto l’anno per la distribuzione di acqua sanitaria.
  • Progetto e sistemazione di un locale (ex cinema, Troscia, ex asilo) per l’accoglienza di gite dove presentare il nostro territorio.
  • Una cura maggiore del paese e del territorio in modo da presentarlo ai centinaia di turisti che sono in numero sempre crescente

Risulta che questa comunità, nella stagione 2017 ha raggiunto una presenza di visitatori considerevole per questo ci fa dire che occorre un salto di qualità".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it